Gli Strumenti Solidi di Rhino3D sono strumenti indispensabili sia per chi modella pezzi o parti meccaniche quanto edifici o interni. Molto potenti e semplici da usare, chi sa adoperare gli strumenti solidi nel suo progetto può velocizzare di molto il lavoro. Ecco 10 cose da sapere sugli strumenti solidi in Rhino3D.

01 _ MODIFICA PUNTI SOLIDI

(_SolidPtOn)

Il primo strumento indispensabile da conoscere ed usare è il comando _SolidPtOn . Questo comando permette di attivare i vertici di un solido e modificarli per deformare il solido. Agendo su 4 vertici di una stessa faccia si possono modifcare le dimensioni dell’oggetto senza deformarlo. Al contrario, agendo su parte dei punti di una faccia, il comando deforma le facce vicine con una transizione morbida.
Questo comando è indispensabile nella modellazione sia meccanica che architettonica.
Consente la rapida modifica di parti meccaniche ottenute per fresatura, o di elementi in lamiera, così come può essere utilizzato per riposizionare dei tramezzi in un progetto di ristrutturazione, aumentare lo spessore delle pareti o modificare un infisso in un sol colpo.

02 _ MUOVI FACCIA (_MoveFace)

Il comando _MoveFace, similmente al precedente, consente di modificare un solido spostandone una faccia. Se la direzione del movimento è congruente con la geometria si otterrà una modifica delle dimensioni altrimenti una deformazione. Rispetto al precedente è più rapido da utilizzare e garantisce una selezione più facile, ma di contro, opera una faccia alla volta, mentre coi punti solidi è possibile modificare un insieme di elementi contemporaneamente.
Questo comando, come il precedente, è utile sia in meccanica che in architettura, in cui è perfetto per modificare l’altezza di un piano o di una soletta.

03 _ MUOVI FACCIA SU LIMITE (_MoveFace)

Questo non è un vero comando, ma è un’opzione di _MoveFace. Con l’opzione _ToBoundary (su limite) è, infatti, possibile allungare, o accorciare, una geometria in modo che corrisponda ad una superficie. La potenza di questo comando risiede nel fatto che superficie di limite non deve, necessariamente, essere piana, ma può essere una superficie a forma libera.
L’esempio migliore è l’estensione di un muro perimetrale all’intradosso del tetto.

04 _ FORO CIRCOLARE (_RoundHole)

Il comando _RoundHole consente di generare un foro, anche più volte, orientato su una superficie, inserendo direttamente il raggio e la profondità. Questo comando velocizza le operazioni di foratura nel caso di fori cilindrici consentendo, inoltre, di specificare che il foro è passante (_Through). Scegliendo di creare un foro passante sarà sufficiente definire il raggio per generare il foro. Questo comando dispone di molte opzioni.
Utile soprattutto nel settore della progettazione meccanica, è un valido alleato anche per designer che si cimentino con prodotti in lamiera o legno.
Esistono due varianti di questo comando: _PlaceHole e _RevolvedHole
La prima è utilissima in architettura per generare le forature per gli infissi, mentre il secondo consente, in meccanica, di definire un profilo per il foro, che comprenda, quindi, svasature e sedi.

05 _ SPOSTA E COPIA FORO (_MoveHole)

Il compagno perfetto dei comandi precedenti è _MoveHole . Questo comando consente di modificare liberamente, e direttamente, la posizione del foro all’interno della faccia che lo contiene. Durante lo spostamento è, anche, possibile attivare l’opzione _Copy per copiare, anziché spostare, il foro, creandone copie multiple sulla superficie.
Questo comando è utilissimo sia in meccanica che in architettura, consentendo di copiare qualunque foro, la forma non deve essere obbligatoriamente circolare, più volte.

06 _ RIMUOVI FORO (_DeleteHole)

A completare gli strumenti per operare sui fori ecco _RemoveHole. Come fa immaginare il nome questo strumento rimuove i fori ricostruendo la geometria, laddove possibile, da entrambe le parti.
L’utilità è massima, l’uso semplice e diretto. Utile sempre e per tutti.

07 _ TAGLIO A FILO (_Wirecut)

Fra gli strumenti sottovalutati il _WireCut è forse il principale. Questo strumento, all’apparenza, non fa nulla di straordinario, ma, invece, ci velocizzerebbe in molte occasioni.
Il taglio a filo, come dice il nome, simula il processo di tagliare un blocco di polistirolo con un filo, con la differenza che il filo, in Rhino3D, può essere un profilo di forma qualunque, purchè chiusa.
Il comando spezza la geometria in due parti, dentro e fuori al profilo, consentendoci di decidere quale parte tenere e quale rimuovere. Il profilo può essere da un lato oppure nel centro della geometria. In questo secondo caso possiamo decidere di tagliare a partire dal profilo, oppure, con l’opzione _BothSides (due lati) ti realizzare un taglio passante.
Esiste un comando molto simile, il _MakeHole, anch’esso in grado generare un foro, taglio, a partire da un profilo chiuso.

08 _ UNISCI TUTTE LE FACCE COMPLANARI (_MergeAllFaces)

Lavorando coi solidi, le booleane, i tagli, si generano molte superfici complanari che possono essere ripulite con un semplice click sul comando _MergeAllFaces. Il comando è completamente automatico, uno volta avviato, si preoccupa di analizzare la geometria e di fondere, ripulendo, tutte le facce complanari.
ESSENZIALE!

09 _ SVUOTAMENTO (_Shell)

Il comando _Shell, svuotamento, consente di generare una geometria a parete sottile partendo da un volume pieno. Questo comando è indispensabile in moltissime applicazioni, meccanica, design, architettura. Si possono rimuovere una o più facce del solido, indicando lo spessore che verrà attribuito alle rimenanti pareti. Il comando permette di selezionare se le pareti interne debbano essere unite con un raccordo o con un semplice spigolo.
Semplicemente indispensabile.

10 _ CHIUDI FORI PIANI (_Cap)

Il veterano degli strumenti solidi è il _Cap o chiudi fori piani. Comando completamente automatico è in grado, analizzando la geometria, di individuare le parti dell’oggetto rimaste aperte, che siano piane, e chiuderle con una faccia. Un valido alleato in ogni modellazione.

RICCARDO GATTI

Laureato in Design al Politecnico di Milano, offre consulenza e formazione relativa alla modellazione 3D e al rendering sia ad aziende che a professionisti.

Leave a Reply