In questo tutorial andremo a costruire una scala lineare. La prima cosa da realizzare è la linea di pendenza, attraverso la costruzione di una griglia alzata/pedata che ci consentirà di comprendere quanti gradini costruire e quanto alti. La griglia della linea di pendenza ci informa anche dell’ingombro della scala, parametro molto importante nella progettazione esecutiva di interni.
Il passaggio successivo è piuttosto semplice, costruendo la vista laterale è sufficiente estrudere della misura desiderata. Alla fine del tutorial vedremo, anche, come rendere la scala lineare una scala a L, o C, separando una parte dei gradini e ruotandoli. Questa modifica è utile per diminuire l’occupazione in pianta.
Buona lettura.

Il primo passaggio è quello di costruire, meglio sulla VISTA FRONTALE, una griglia. PEr farlo si usano le linee, tracciando un’orizzontale ed una verticale.
Col comando SERIE LINEARE si realizzano le copie nelle due direzioni, prima una, poi l’altra.
Alla fine si dovrebbe ottenere una griglia come quella nell’immagine.

Con la griglia costruita è possibile utilizzare il comando di SCALA1D per ridurre o aumentare la lunghezza delle pedate così come è possibile modificare le alzate.
Il risultato dovrà essere una griglia di linee equispaziate da terra fino al pavimento del piano successivo.

Una volta realizzata la griglia possiamo, unendo il punto più in basso con quello più in alto, ottenere la linea di pendenza. Questa linea è indispensabile per completare la scala.
Il passaggio successivo è quello di disegnare la vista laterale dei gradini. Qui sta a voi decidere che tipo di scala volete disegnare: con struttura in cemento, ancorata alla parete laterale, sospesa… A seconda del tipo di scala disegnerete opportunamente i gradi, noi, per completezza, ne disegneremo una in cemento coi gradi ricoperti in marmo.
in questo caso usiamo due rettangoli per identificare la posizione della pedata e alzata che, una volta estruse, determineranno la dimensione delle lastre.
Dopo aver costruito il primo gradino possiamo replicarlo su tutta la dimensione della scala col comando SERIE LINEARE, impostando, sempre, un numero di copie di una superiore al numero dei gradini e facendo si che le copie si creino lungo la linea di pendenza.

Copiando perpendicolarmente la linea di pendenza si può facilmente ricavare l’intradosso, la parte sotto, della scala. Qui abbiamo abbondato scegliendo uno spessore di 320mm (mi raccomando si lavora in mm)
Chiudendo alle estremità la linea appena copiata con i gradini si otterrano i profili necessari per completare, estrudendo, il modello.

Dopo aver estruso i vari profili otteniamo un modello come quello in figura.

La scala così costruita non è corretta. Questo accade perchè nella realtà sarebbe troppo lunga e andrebbe realizzato un pianerottolo. Di solito, convine, anzichè allungare la scala mantenendola dritta, fargli fare una curva 90° realizzando con un pianerottolo di collegamento fra le due parti.
La divisione può essere fatta a qualunque altezza, noi abbiamo scelto di farla circa a 1/3 dell’altezza totale.
Bisogna suddividere, col comando SUDDIVIDI, il modello in due parti, tracciando, nella VISTA LATERALE, una LINEA, e utilizzandola come segmento di taglio.


Dopo aver suddiviso bisogna ruotare la porzione tagliata, di solito di 90°, utilizzando il comando RUOTA.

Per costruire il pianerottolo andremo ad utilizzare il comando PARALLELEPIPEDO (_BOX). Fate attenzione a crearne uno per il rivestimento ed uno per la struttura.

Dopo aver ricostruito il pezzo mancante possiamo unire la struttura e renderla un blocco unico con UNIONE BOOLEANA.
Questo comando, anche se unisce il modello, lascia delle facce suddivise che possono essere “ripulite” col comando FONDI TUTTE LE FACCE PIANE.

Il risultato della modellazione sarà come in figura.



RICCARDO GATTI

Laureato in Design al Politecnico di Milano, offre consulenza e formazione relativa alla modellazione 3D e al rendering sia ad aziende che a professionisti.

Leave a Reply