In questo tutorial vedremo come modellare la vasca da bagno Pear Cut prodotta da Agape su progetto di Patricia Urquiola.

Iniziamo inserendo un’immagine di riferimento attraverso il comando _PICTUREFRAME (RIQUADRO IMMAGINE) che troviamo nel menù di generazione delle superfici all’interno delle superfici piane rettangolari.
Questo comando ci consente di generare una superficie rettangolare alla quale è assegnata un’immagine da noi selezionata.
Posizioniamo la nostra immagine al centro del riquadro e diamo una dimensione a nostro piacimento, che modificheremo successivamente.

Una volta inserita l’immagine, tracciate quattro linee che seguano i bordi della vasca e, con il comando _TRIM (TRONCA), tagliate la vostra figura secondo le linee in modo da individuarne la dimensione massima. Posizionatela al centro, e, con il comando _SCALE2D (SCALA 2D), andiamo a modificare le dimensioni selezionando da un’estremità della nostra immagine e inserendo il valore 1740 mm corrispondente alla lunghezza totale della vasca.

Ottenuta l’immagine scalata, creiamo tre linee orizzontali che saranno le nostre linee guida per creare la silhouette frontale della vasca.
L’ultima linea, quella inferiore, evidenziata in rosso, è leggermente obliqua, perché la vasca sarà inclinata per permettere lo scolo dell’acqua.

Con lo strumento _CURVE (CURVA PER PUNTI DI CONTROLLO) realizziamo la sezione verticale di metà della nostra vasca.
Una volta replicata specularmente la curva, con il comando _MIRROR (COPIA SPECULARE) , tramite _POINTSON (PUNTI ON), modifichiamo le curve in modo che seguano la forma della vasca.

Una volta realizzate le due sezioni verticali facendo in modo che siano perfettamente aderenti alla linea obliqua del fondo vasca, andiamo sulla vista prospettica e tracciamo una nuova linea distante dal bordo della vasca di 260 mm. Questa nuova linea serve da riferimento per costruire la curva di profilo della vasca.
Creando tre cerchi con raggio 130mm, uno al centro e due sugli estremi, li utilizziamo per costruire una curva perfetta, con otto punti di controllo.
Abbiamo scelto di avere 8 punti di controllo così da generare una curva perfettamente simmetrica e, quindi, più facile da gestire.

Per costruire le altre curve che determinano l’ingombro della vasca andremo a modificare la prima curva di profilo tramite il comando orienta . Questo comando è in grado di allineare la curva secondo un andamento e, contemporaneamente, scalarla.
Tramite il comando _ORIENT (ORIENTA 2 PUNTI), selezioniamo la curva creata precedentemente, attivando dal menù l’opzione _SCALE1D (SCALA 1D) e _COPY=_YES (COPIA = SI), ottenendo che il comando andrà a scalare la curva in una dimensione mentre la copia.
Cliccate alle due estremità della curva precedente e, poi, cliccate sugli estremi delle linee sovrastanti così da copiare la curva in posizione tangente alle due estremità del bordo della vasca, toccando le due curve di sezione disegnate precedentemente.

Creiamo una linea distante 410 mm che servirà da riferimento per la larghezza massima della vasca.
Modifichiamo la curva (evidenziata in giallo) ancora una volta col comando _SCALE1D (SCALA 1D), scalando la curva sino a farla toccare con la linea che abbiamo creato all’inizio di questo step, quella a 410mm.

Ricopiamo la curva ancora una volta col comando _ORIENT (ORIENTA 2 PUNTI) in modo da creare l’estremità del bordo della vasca, quello più esterno.
Spostandoci nella vista frontale, e tramite il comando _POINTSON (PUNTI ON), selezioniamo i quattro punti frontali e li muoviamo verso il basso, seguendo la curva del bordo della vasca.
Successivamente, utilizzando il comando _GUMBALL, li arretriamo di 28 mm.

Una volta creata la superficie del fondo della vasca (senza dimenticare che stiamo lavorando solo su metà della vasca) tramite il comando _SWEEP2R (SWEEP 2 BINARI) creiamo il bordo superiore della vasca.
Ripetiamo lo stesso comando per costruire il raccordo tra bordo e fondo.

Ora le due superfici si toccano lungo il bordo ma formano uno spigolo affilato che va ammorbidito.
Utilizzando il comando _MATCHSRF ( COMBINA SUPERFICI) è possibile selezionare un bordo, prima , e l’altro, dopo, in modo da deformare leggermente le superfici fino a farle diventare perfettamente tangenti. Le opzioni da utilizzare sono riportate in figura.
Questo comando è utile in molte le situazioni in quanto regola il bordo di una superficie affinché questa sia in continuità di posizione, tangenza o curvatura con un’altra superficie.

Uniamo tutte le superfici, _JOIN (UNISCI), e poi con il comando _MIRROR (COPIA SPECULARE) , situato all’interno del comando SPOSTA, creiamo l’altra metà della vasca.
Uniamo le due metà a formare un’unica geometria.
Una volta unita anche l’altra metà, attraverso il comando _OFFSETSRF (OFFSET SUPERFICIE), creiamo uno spessore di 8mm, verificando che lo spessore vada verso l’interno della vasca.

Terminata la costruzione della vasca, rimangono da completare i piedini.
Torniamo alla vista centrale e ri-attiviamo il nostro sfondo.
Seguendo la silhouette del basamento della vasca, tracciamo una linea superiore di 145 e una inferiore di 100 mm.
Una volta che sono state unite con altri due segmenti, spostatele, in fuori, di 390 mm dal centro ed estrudetele di 15mm.

Utilizzando il comando _MIRROR (COPIA SPECULARE) duplichiamo il sostegno utilizzando come punto di rotazione il centro della vasca.

Come ultimo passaggio creiamo l’asse che connette le due gambe tramite il comando _EXTRUDE (ESTRUDI), infine, specchiando nuovamente, generiamo le gambe posteriori.

E per concludere ecco il nostro rendering.

RICCARDO GATTI

Laureato in Design al Politecnico di Milano, offre consulenza e formazione relativa alla modellazione 3D e al rendering sia ad aziende che a professionisti.

Leave a Reply